Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

sezioni_bilingui

 

sezioni_bilingui

Sezioni bilingui in scuole tedesche

Le Scuole tedesche che hanno istituito sezioni bilingui nella Circoscrizione Consolare di Hannover sono tre:

a.     Amburgo
b.     Wolfsburg
c.     Osnabrück

Per „sezioni bilingui“ si intendono le sezioni con curricolo integrato, tedesco e italiano, e titolo di studio finale riconosciuto, ai fini della prosecuzione degli studi nelle scuole e università dei due Paesi; specifica intesa bilaterale che definisce le modalità di funzionamento e gli impegni reciproci, nonché il piano integrato degli studi e le modalità degli esami finali.

3.a. Scuola Primaria bilingue Döhrnstraße
di Amburgo

La sperimentazione bilingue nella scuola primaria “Döhrnstraße” di Amburgo è giunta al tredicesimo anno di attivazione, a seguito del Protocollo di intesa tra l`Ambasciata d`Italia ed il Senato della Città di Amburgo, rinnovato nel maggio del 2006,  e del Regolamento applicativo dell`intesa sulla collaborazione italo-tedesca in merito alla realizzazione dell`offerta bilingue italo-tedesca presso la Scuola Primaria Döhrnstraße del 2010 tra la Città di Amburgo e il Consolato Generale d`Italia in Amburgo. Nella realizzazione del progetto sono attualmente impegnati 3 docenti di scuola primaria, di nomina ministeriale, che, al fine di ottimizzare il loro impegno orario, sono stati utilizzati in sei classi, due di prescuola e quattro di scuola primaria (dalla prima alla quarta), interessando complessivamente circa 120 alunni.

Tale sperimentazione gode dell`apprezzamento e del sostegno delle autorità scolastiche tedesche, nonché di quello dei genitori degli allievi, sia italiani che tedeschi. Grazie  alle variegate e articolate iniziative, la Scuola Döhrnstraße si propone come un importante centro di promozione e diffusione della nostra lingua e della nostra cultura nella città di Amburgo.

3.b. Scuola bilingue “Leonardo da Vinci di Wolfsburg

La Scuola unitaria italo-tedesca “Leonardo da Vinci” rappresenta una delle istituzioni che maggiormente contribuiscono in Germania alla diffusione della lingua italiana in un contesto al contempo integrativo degli alunni di origine italiana.

La scuola è sorta per un’intesa amministrativa italo-tedesca del 1993 tra il Ministero degli Affari Esteri Italiano ed il Ministero dell’Educazione del Land Bassa Sassonia, che ha autorizzato la sperimentazione. Il protocollo è stato aggiornato nel 1997 in seguito all’istituzione della scuola secondaria (Deutsch-Italienische Gesamtschule), nel 1999 con proroghe di altri sette anni fino al luglio 2004 ed un ultimo rinnovo fino al 31 luglio 2010. L’ultimo addendum non prevede ulteriori proroghe e pone quindi come inderogabile la necessità di provvedere per tempo ad individuare, alla luce dei risultati conseguiti, la forma per un possibile proseguimento della collaborazione italo-tedesca.

Essa prevede una frequenza paritaria tra alunni italiani e tedeschi, un’alfabetizzazione parallela e coordinata dei due gruppi linguistici e l’insegnamento di alcune materie curricolari in italiano. Secondo le modalità pedagogiche dei “moduli didattici”,  il progetto biculturale e bilingue viene svolto in compresenza tra il docente italiano e quello tedesco. Questo permette da una parte un intervento individualizzato e dall’altra un’ntensa e puntuale azione di prevenzione allo svantaggio ed al sostegno.

Nella Scuola, tutto l’insegnamento delle lingue viene sempre più influenzato dal “quadro comune europeo per le lingue” che ha come obiettivo di rafforzare la motivazione a studiare le lingue per tutta la vita. Gli alunni vengono incoraggiati al plurilinguismo e viene promossa la loro competenza interculturale. Lo sviluppo del repertorio linguistico consiste nello sviluppare globalmente le capacità linguistiche: l’ascolto, la lettura, la lingua parlata e la scrittura, che vengono valutate secondo i sei livelli di competenza previsti dal Quadro europeo di riferimento.

L’insegnamento bilingue prosegue nelle classi XI-XII e XIII presso il locale liceo Kreuzheide con un curricolo di lingua italiana per l’esame di maturità. Le prestazioni richiese per l’italiano corrispondono, nei locali programmi ministeriali, a quelle richieste per la lingua inglese. Per la storia, disciplina che viene studiata in lingua italiana,  i contenuti ed i temi sono quelli del programma di storia tedesco.

Attualmente la scuola integrata “Leonardo da Vinci” è composta da 23 classi, dalla quinta alla tredicesima, per un totale di 495 alunni, di cui il 32,9% di nazionalità italiana. La composizione socio-culturale dei frequentanti italiani è di provenienza operaia di famiglie emigrate alla seconda o terza generazione e assunte in prevalenza presso la Volkswagen.

Per le sue caratteristiche multiculturali e bilingui, indubbiamente il progetto messo a punto dalla Scuola costituisce un patrimonio di idee, esperienze e risultati da salvaguardare, nei quali l’intera comunità italiana di Wolfsburg si connota.

Attualmente, nella scuola operano n. 3 insegnanti MAE, di cui 2 nella scuola secondaria di primo grado ed 1 nella scuola secondaria di secondo grado, con completamento nell’annesso Liceo Kreukheide. Due insegnanti italiani, assuntibilingue anche alla scuola Primaria. dall’ufficio scolastico tedesco, insegnano italiano L2 nella Scuola Primaria. Sono in atto tentativi di allargare il progetto

3.c. Scuola primaria con classi bilingui “Diesterweg”  di Osnabrück

La scuola primaria “Diesterweg” aderisce, insieme ad altre scuole di Osnabrück, ad un progetto denomimnato “Europaklassen” instituito e monitorato dal locale Provveditorato. La sperimentazione, iniziata nel 2003, prevede una particolare strutturazione attuata peraltro senza specifici protocolli firmati. Attualmente il posto MAE risulta vacante e  dal mese di ottobre 2011 nella scuola opera un docente MAE assunto in loco a tempo determinato (che completa l’orario di cattedra con la scuola primaria Katharinascuhle di Wallenhorst). Le autorità locali, valutati i risultati ottenuti e il grado di soddisfazione presso le famiglie, chiedono pressantemente, anche in vista di un bilinguismo ‘a regime’ in tutte le classi, l’aggiunta di un insegnante o un contributo finanziario da parte del MAE a sostegno del progetto.

3.c.1. Wallenhorst - Scuola primaria con classi bilingui “Katharinaschule

Da quattro anni si attua nella scuola primaria “Katharinaschule” di Wallenhorst un progetto di introduzione graduale della lingua italiana. Lo stesso docente che opera a Osnabrück, dedica 4 ore di insegnamento nelle classi I, II, III e IV e in due gruppi ‘AG’ provenienti da varie classi. Il Comune di Wallenhorst è gemellato dal 2008 con il Comune italiano di Priverno (LT): oltre agli aspetti commerciali legati all’iniziativa, sono stati individuati nelle scuole afferenti ad entrambe le amministrazioni, i poli culturali in cui far confluire attività di scambi, incontri, iniziative in comune, in una visione europea. Gli accordi sono stati predisposti in vista dell’elaborazione di un progetto Comenius, che coinvolge anche la città di Stawiguda in Polonia. L’obiettivo è quello di fornire la conoscenza reciproca attraverso le attività didattiche proposte ai bambini, non dimenticando la divulgazione delle bellezze del territorio.

 


90